Post in evidenza

Recovery - Access, Excel, Word, Office and Photo recovery tools and other blog procedures

During these years I had necessity to recover various files (.doc, mdb, .xls, photos...)  I utilized various free tools (here is an exampl...

Linux - Aggiungere repository in Centos

I repository "ufficiali", gestiti dalla community alle spalle del progetto, sono già configurati ed attivi di default subito dopo l'installazione, ma tendono a contenere (relativamente) poco software e, in linea con l'impostazione aziendale della piattaforma, prediligono versioni ampiamente collaudate (e, quindi, più vecchie) rispetto alle release più fresche.

1) Alternativamente RPMForge è una risorsa collaborativa gestita da un gruppo di volontari distinti della community che sviluppa CentOS. Eroga oltre 5.000 pacchetti per moltissimo software interessante e non presente sui repository ufficiali.

Prima di tutto va scaricata la chiave di crittografica con la quale sono firmati digitalmente i paccheti


rpm --import http://apt.sw.be/RPM-GPG-KEY.dag.txt


Scaricare poi l'installatore per la versione di CentOS in uso:

Procedere ad installare il precedente  pacchetto con il comando:


wget http://packages.sw.be/rpmforge-release/rpmforge-release-0.5.2-2.el5.rf.i386.rpm


rpm -ivh rpmforge-release-0.5.2-2.el5.rf.i386.rpm

2) Il progetto collaborativo Extra Packages for Enterprise Linux (EPEL) ha come scopo quello di rendere disponibili anche su Red Hat Enterprise Linux e derivati alcuni pacchetti originariamente realizzati per Fedora.

Si installa così:
rpm -Uvh http://download.fedora.redhat.com/pub/epel/5/i386/epel-release-5-4.noarch.rpm

3) Karan.org è un repository, gestito da un utente che fa parte del team di CentOS, propone alcuni pacchetti non facili da reperire altrove.


cd /etc/yum.repos.d/

wget http://centos.karan.org/kbsingh-CentOS-Extras.repo

wget http://centos.karan.org/kbsingh-CentOS-Misc.repo  

rpm --import http://centos.karan.org/RPM-GPG-KEY-karan.org.txt


---------------------------------------------------------------------------------
Per ogni repository è possibile eseguire la seguente procedura per attivare o no alcune feature di ogni repository:

vi /etc/yum.repos.d/rpmforge.repo 

cambiare nella sezione di interesswe da 0 ad 1 , ad esempio per la sezione extra:

enabled = 1


Per forzare l'installazione da un repository diverso è sufficiente dare il seguente comando:


yum --enablerepo=rpmforge -y install clamav 


Può essere interessante svuotare ogni tanto la cache yum clean all 

Se uno è interessato a disabilitare temporaneamente un repository, identificare il file .repo con il seguente comando:

e poi per disabilitarlo si usa:

cd /etc/yum.repos.d  

ls -lF 

gedit rpmforge.repo (se uno vuole disabilitare il .repo) 

Se uno vuole cancellare un repository basta cancellare i relativi file nella cartella /etc/yum.repos.d 

Metto qui alcuni comandi che possono essere utili:


yum grouplist (permette di installare un gruppo di pacchetti) 

yum groupinstall "Yum Utilities" 

yum update php (per aggiornare un singolo pacchetto, se funziona in questo caso un webserver la nuova versione funzionerà solo dopo il riavvio) 

yum groupupdate Virtualization (per aggiornare un gruppo di pacchetti) 

yum remove php 

yum groupremove Virtualization 

yum list php (visualizza i pacchetti che hanno il nome con php)

yum list "php*" (utilizzo delle wildcard) 


yum search php ( il comando list è utile se uno già conosce il nome del pacchetto alternativamente l'opzione search cerca oltre che nel nome in qualunque altro campo o descrizione)


yum provides php*

In modalità grafica esiste anche il comando yumex

Per escludere il kernel dall'update si va in :

/etc/yum.conf

e si aggiunge:

exclude = Kernel*  

se uno invece vuole togliere un pacchetto dagli aggiornamenti software:

yum --exclude=perl* update

720check